khokhloma: una delle più antiche tradizioni russe

Il Chokhloma (in russo: Хохлома= [khakhlamà]), noto anche come pittura Khokhloma, è uno stile di pittura e ornamento su legno tipico della tradizione popolare russa. È noto per i motivi curvi e vividi che rappresentano per lo più fiori, foglie e bacche e non di rado anche Firebird (in russo: жар-пти́ца, [zhar-ptitsa]), la tipica figura russa delle fiabe. Il nome deriva dalla cittadina russa presso la quale ebbe origine la realizzazione di queste opere da parte di abili artigiani secondo una tradizione secolare di lavorazione del legno, soprattutto di tiglio.

Sul territorio di Nijnij Novgorod infatti, è ancora attivo un antico mestiere di artigianato popolare russo, nato nel XVII secolo, nella cittadina di Khokhloma, quello dell’oggettistica di arredamento da pranzo come: sedie, tavoli, piatti, cucchiai, vassoi, tutto in legno, soprattutto di tiglio.

Gli artigiani di Khokhloma hanno dato vita ad un’arte che all’inizio fu di pura necessità: nel XVI secolo, infatti, un gruppo scismatico di “antichi credenti” della Chiesa ortodossa, dovette rifugiarsi nei boschi per non subire arresti. La cittadina di Khokhloma, nella zona di Nijnij Novgorod (a 400 km ad est da Mosca), ricca di boschi, diede rifugio a queste persone che furono ben accolti dagli abitanti del luogo, che già da tempo erano eccellenti tornitori e intagliatori del legno e producevano stoviglie in legno di tiglio e di tremolo. Tra i nuovi arrivati c’erano anche degli iconografi che conoscevano la tecnica di dorare gli oggetti senza usare l’oro, che misero a disposizione di quegli artigiani la loro conoscenza e tecnica per impreziosire i manufatti e dall’incontro di queste due eccellenze nacquero, ufficialmente nel XVII secolo, le stoviglie di Khokhloma.

L’oro è sempre stato molto costoso, di conseguenza i maestri iconografi avevano sviluppato una tecnica per sostituirlo con un materiale meno prezioso, usando olio di lino cotto, con il quale coprivano le parti dorate delle icone, infatti la pellicola gialla rendeva dorata la superficie sottostante, sia essa in legno o metallo facendola somigliare all’oro.

La produzione di piatti dipinti a Khokhloma è stata menzionata per la prima volta nel 1659 nella lettera di un boiardo chiamato Morozov al suo ufficiale giudiziario, contenente un ordine per: «Cento piatti dipinti […] senza dimenticare venti grandi ciotole dipinte, venti medie e venti un po’più piccole».

Gli articoli scolpiti in legno erano solitamente innescati con malta di argilla, olio di lino grezzo e polvere di stagno (mentre oggi si utilizza l’alluminio). Successivamente, venivano rivestiti con olio di lino (oggi invece si utilizza olio sintetico) e induriti in un forno ad alte temperature. Ci sono due principali tecniche di pittura del legno utilizzate nel Khokhloma, la cosiddetta “tecnica superficiale” (in cui si utilizza colori quali rosso e nero su quella rossastra) e la “tecnica di sfondo” (che ha un design color oro su sfondo colorato).

Inizialmente questo stile di pittura prese piede anche in Oriente, e fu prodotto per i grandi mercati indiani e persiani. Successivamente, grazie ad una mostra a Parigi della fine del XIX secolo, lo stile Khokhloma divenne noto anche in Europa. Sembrò poi svanire  all’inizio del XX secolo, ma riprese piede durante il periodo sovietico, quando gli artigiani si unirono in circoli per mettere insieme le loro capacità. Negli anni ’60 del Novecento infatti, i sovietici costruirono una fabbrica, vicino al villaggio di Khokhloma, chiamata proprio “Pittore Khokhloma” e un’associazione industriale chiamata “Pittura Khokhloma” situata in una città di Semënov. Queste due fabbriche divennero in poco tempo i principali centri Khokhloma della Russia per la produzione di stoviglie, utensili (per lo più cucchiai), mobili, souvenir ecc.

Questa antica tecnica è rimasta immutata nei secoli. Ancora oggi ai manufatti in legno viene applicato un sottile strato di polvere metallica, generalmente alluminio che è leggero ed economico, e che rende la superficie da dipingere liscia e brillante. La pittura viene eseguita con colori ad olio senza una delineazione preliminare del disegno, così nessun oggetto è uguale all’altro, ottenendo infinite variazioni dei motivi preferiti dalle maestranze, che rimangono sempre fiori, frutti e foglie. I colori sono il rosso, il nero con lo sfondo dorato. Dopo aver eseguito il disegno si ricopre il manufatto con la lacca, lasciandola asciugare nel forno alla temperatura di 130 gradi e la lacca, una volta indurita, diventa scura, assumendo sfumature che vanno dal giallo al marroncino che rendono dorato lo strato metallico sottostante.

La cittadina di Khokhloma oggi vede la presenza di diverse imprese che fabbricano mobili per la cucina o oggetti di arredamento, però ogni pezzo rimane sempre unico e irripetibile, non solo perché viene dipinto a mano, ma anche perché continua ad essere intagliato a mano, quindi è impossibile trovare due esemplari uguali. Sono presenti anche altre fabbriche in Russia, che hanno il permesso di lavorare lo stesso prodotto, ma se volete comprare un oggetto originale made in Khokhloma dovete controllare scrupolosamente il timbro della fabbrica.

«I motivi della pittura Khokhloma sono sia semplici che poetici, geometrici o floreali […]. Alcune opere risultano essere più sobrie, altre più estrose e appariscenti, ma tutte riflettono l’amore che il popolo russo prova nei confronti della natura e della bellezza. […] ciò che però è veramente degno di nota è che l’oro non è veramente oro, ma il frutto dell’ingegno degli artigiani russi», con queste parole un poeta russo contemporaneo descrive alla perfezione ciò che la pittura Khokhloma era e è, qualcosa di affascinante e unico che cattura anche i turisti, i quali non potranno certamente lasciare la Russia senza averne comprato un oggetto.

Pubblicato da ColoRussia

"La Russia non si può capire con la mente, né la si misura col metro comune: la Russia è fatta a modo proprio, in essa si può soltanto credere". Tutto ciò che c'è da sapere sulla Russia a portata di click: Lingua e traduzione Storia Cultura, società e curiosità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: