La meteora più discussa al mondo: Čeljabinsk

Čeljabinsk (in russo:Челябинск
[Chelyabinsk]) è una cittadina russa degli Urali, con una popolazione di circa un milione di persone. Tutto il mondo la conosce per la Grande meteora esplosa il 15 febbraio 2013.


La meteora di Čeljabinsk infatti, è quell’evento che si è verificato nella mattina del 15 febbraio, alle ore 9:13 locali, quando un meteoroide di circa 15 metri di diametro e con una massa di 10.000 tonnellate ha colpito l’atmosfera alla velocità di 54.000 km/h, e si è frantumato sopra la città di Čeljabinsk. Una parte dei frammenti ha colpito il lago Čebarkul’, dal quale il 16 ottobre del 2013 è stato ripescato un grosso pezzo di circa 570 kg di peso.

Le prime notizie circolate su Internet e riprese dai mass media di tutto il mondo riportavano di una pioggia di meteoriti e di cristalli di meteorite che avevano causato il ferimento di centinaia di persone, probabilmente per una traduzione errata delle fonti locali, in realtà non sono caduti meteoriti sui centri abitati. Ciononostante, si è registrato un elevato numero di feriti a causa delle schegge delle finestre andate in frantumi per l’onda d’urto. L’esplosione infatti, molto violenta, ha prodotto un’onda d’urto che ha distrutto 200.000 m² di finestre, i cui frammenti hanno colpito e ferito oltre 1000 persone, e causato, probabilmente, il collasso della copertura di una fabbrica di zinco. Le costruzioni di sei città nella regione hanno riportato danni a causa dell’esplosione.
La frantumazione del meteoroide ha lasciato una scia nel cielo, visibile dalle città di Čeljabinsk, Orenburg, Kurgan, Ekaterinburg, Tjumen’ e nella parte settentrionale del Kazakistan.

L’evento meteorico ha colpito il territorio delle oblast’ russe di Čeljabinsk, Kurgan, Orenburg, Sverdlovsk e Tjumen’ e le regioni kazake di Aqtöbe e di Qostanay.
Tre siti d’impatto sono stati rinvenuti: due nell’area vicino al lago Čebarkul’ e l’altro, a circa 80 km a nordest, presso la città di Zlatoust. Uno dei frammenti, che ha impattato vicino a Čebarkul’, ha lasciato un cratere del diametro di sei metri.

Michail Jur’evič, governatore della regione di Čeljabinsk, espresse che mantenere funzionanti i sistemi di riscaldamento doveva essere una delle principali finalità delle autorità, dato che la temperatura poteva arrivare, in alcune aree, ad un minimo di -20 °C. Lo stesso Michail Jur’evič stimò i danni causati da questo evento, in un miliardo di rubli.
Secondo il presidente della Società Geografica Russa, Sergej Zacharov, il passaggio del bolide sopra Čeljabinsk è stato seguito da tre esplosioni di diversa intensità. La prima esplosione è stata la meno potente ed è durata all’incirca cinque secondi. L’altitudine in cui il meteoroide si sarebbe frantumato è tra i 30–50 km e l’esplosione avrebbe avuto una potenza di circa 500 chilotoni. L’epicentro dell’esplosione è stato localizzato a sud di Čeljabinsk, a Emanželinsk e Južnouralsk. Le scosse hanno raggiunto Čeljabinsk circa due minuti dopo.


Un fenomeno analogo era già accaduto nella regione di Čeljabinsk nel 1949, quando una pioggia di meteoriti cadde nella zona. Gli abitanti delle zone locali portarono agli scienziati 200 kg complessivi di pietre spaziali.
Nelle prime ore successive all’evento, erano circolate voci che davano il bolide individuato e colpito (a 20 km di altezza) da un missile a salve della Difesa russa, lanciato da una base nei pressi di Čeljabinsk: tale ipotesi, è stata in seguito considerata priva di ogni fondamento.
Le prime notizie, ma anche le successive, riportavano di una pioggia di meteoriti, e su molti siti l’evento è ancora così classificato; l’equivoco deriva probabilmente dalle prime notizie che riportavano una caduta di cristalli meteoritici. In realtà non ci è stata una vera e propria pioggia di meteoriti e nessuno dei testimoni ha visto cadere pietre dal cielo. Si è anche parlato di persone ferite da cristalli meteoritici; si è trattato, probabilmente, di un altro errore di traduzione, dovuto al fatto che l’onda d’urto ha causato la rottura di 200.000 m² di finestre, le cui schegge hanno ferito centinaia di persone.
Il filmato della meteora viene usato nella sequenza iniziale della pellicola fantascientifica Edge of Tomorrow – Senza domani per rappresentare l’arrivo dei “Mimics”, degli alieni invasori.

Addirittura alle olimpiadi di Soci del 2014, il 15 febbraio, in occasione del primo anniversario della caduta dei frammenti, le medaglie d’oro furono adornare con un piccolo frammento di questo meteorite.


Tutt’oggi La meteora più paparazzata di sempre rimane, per la scienza, un mistero. Studi paralleli ancora non concordano sulla velocità d’impatto con la nostra atmosfera, e calcolare la traiettoria esatta del bolide spaziale non permette di escludere alcuna ipotesi. Compresa la curiosa coincidenza temporale che ha visto transitare l’asteroide Duende appena 16 ore dopo lo schianto di Chelyabinsk. Nel 2020 però, una forma di carbonio sconosciuta sul nostro pianeta è stata scoperta dagli scienziati siberiani nei frammenti del meteorite.La particolarità della scoperta consiste nel fatto che una forma simile di cristallo di carbonio non era mai stata osservata qui sulla Terra. E’ stata quindi misurata la posizione degli atomi e dei piani interatomici, in seguito esperti sudcoreani hanno analizzato al computer i dati forniti e concluso anch’essi che una tale disposizione atomica fosse sì, teoricamente possibile, ma mai rinvenuta prima in natura.

Ecco dunque che la meteora di Čeljabinsk, conosciuta ovunque, è divenuta in Russia un vero e proprio simbolo dell’immaginario collettivo.

Pubblicato da ColoRussia

"La Russia non si può capire con la mente, né la si misura col metro comune: la Russia è fatta a modo proprio, in essa si può soltanto credere". Tutto ciò che c'è da sapere sulla Russia a portata di click: Lingua e traduzione Storia Cultura, società e curiosità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: